Come cambiare una mattonella rotta

Pubblicato il 23 Novembre 2015

Come cambiare una mattonella rotta

Come spesso dico, trascurare la casa, oggi, può diventare una ristrutturazione onerosa domani.

E' proprio questo l'intento di questo blog. Evitare che ciò accade. Conosco benissimo il tempo in cui viviamo, dove le difficoltà ed i pensieri oscuri ci riempiono la giornata tra mille difficoltà.

Ma il buon padre di famiglia, il buon imprenditore, deve ed è sempre ottimista nel futuro.., in tempi migliori.

Senza quest'ottimismo,non vale la pena continuare a combattere...., e questo ha ripercussioni sulla famiglia e su chi ci stà vicino, su chi ha bisogno di quell'ottimismo per andare avanti...

Io, personalmente, in quelle giornate, mi fisso un piccolo obiettivo. Un piccolo lavoretto in casa, che mi aiuta psicologicamente ed in più mi toglie un problema che un domani mi costringerebbe ad affrontare spese ben più onerose chiamando del personale specializzato.

Oggi voglio farvi conoscere un'attrezzo, molto utile nel "mestiere" del Fai da te.ma risolve tante situazioni anche ai professionisti. Il Multitool un'intermezzo tra seghetto e flessibile, facile da usare, preciso nel taglio e veloce. Sostituire una mattonella rotta diventa un gioco da ragazzi.

(P.s. Metà del lavoro è fatto dagli opportuni strumenti che utilizziamo)

Dati tecnici:

  • Sul GOP 300 SCE fare tillbehörssbyten in un batter d'occhio con il nuovo sistema SDS.
  • Impostazione della velocità offre l'ambiente ideale per diversi accessori e pezzi di lavoro.
  • Ampia gamma accessori offre soluzioni per molte applicazioni.
  • Impugnature in gomma della mano in modo da poter lavorare senza problemi in qualsiasi momento.
  • Il sladdkulhylsan costruito per una maggiore manovrabilità e meno criminalità cavo.
  • Potenza nominale: 300 watt.
  • Velocità a vuoto: 8.000-20.000 giri / min.
  • Angolo di oscillazione a sinistra / destra: 1.4 °.
  • Peso: 1,7 kg.

Scritto da Artigiano Rosario Geom. Rosario

Con tag #fai da te

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post